LAVORO DIPENDENTE
fisascat

La FISASCAT è la Federazione di categoria della Cisl che rappresenta i lavoratori e le lavoratrici dei settori del Terziario, Turismo e Servizi, per i quali stipula i contratti collettivi nazionali, aziendali e territoriali.



Quadri e Manager del Terziario AQuMT
Agenti e Rappresentanti di Commercio
LAVORO SOMMINISTRATO E AUTONOMO
felsa

La FeLSA è la Federazione dei Lavoratori Somministrati Autonomi ed Atipici che rappresenta insieme un progetto e una sfida, aggregare i lavoratori nei luoghi di lavoro, offrendo identità sindacale e professionale, tutele contrattuali e servizi.


Somministrati
Atipici/Parasubordinati
Lavoro autonomo
ULTIME NEWS
  • TERZIARIO, DISTRIBUZIONE E SERVIZI CONFCOMMERCIO, PROROGATA AL 31 DICEMBRE 2019 LA VALIDITA’ DEL CONTRATTO NAZIONALE Roma, 17 maggio 2019 - I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno siglato con l’associazione imprenditoriale Confcommercio l’accordo di proroga della validità del contratto nazionale del Terziario, Distribuzione e Servizi al 31 dicembre 2019.L’intesa è funzionale all’omogeneizzazione dei i tempi di vigenza dei diversi contratti applicati nel comparto. Per il segretario nazionale della Fisascat Cisl Vincenzo Dell’Orefice «questa soluzione, oltre a rappresentare un necessario coordinamento temporale rispetto l’applicazione dei contratti di settore, risponde alla necessità di perseguire l’obiettivo di riunificazione degli strumenti contrattuali nel comparto della distribuzione commerciale».
  • Vertenza Alma Spa. Ancora una palese violazione degli obblighi contrattuali da parte dell'azienda Comunicato sindacaleRoma, 15 maggio 2019 L’Agenzia per il Lavoro Alma ha comunicato a Felsa Cisl, NIdiL Cgil, UILTemp che le retribuzioni dei lavoratori somministrati del mese di aprile 2019 saranno erogate su base forfettaria senza definire neanche la percentuale rispetto al dovuto; peraltro non...
  • GAMING HALL E SALE BINGO, SIGLATO IL PROTOCOLLO AGGIUNTIVO DEL CCNL PUBBLICI ESERCIZI E DELLA RISTORAZIONE COLLETTIVA, COMMERCIALE E TURISMO Roma, 17 maggio 2019 - I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno siglato con l’associazione imprenditoriale Fipe l’ipotesi di accordo per la disciplina del rapporto di lavoro dei lavoratori delle gaming hall, ivi compresi gli oltre 8mila dipendenti delle circa 200 sale bingo in Italia. L’intesa è parte integrante del contratto nazionale di lavoro dei pubblici esercizi, della ristorazione collettiva, commerciale e turismo siglata dalle parti l’8 febbraio del 2018. L’accordo interviene sul sistema di classificazione del personale - razionalizzando le figure professionali delle gaming hall -, sul mercato del lavoro – con la disciplina del contratto di apprendistato professionalizzante e i limiti quantitativi del contratto a tempo determinato - e sulla formazione professionale da erogare attraverso la bilateralità di settore. Soddisfazione in casa Fisascat Cisl. Per il segretario nazionale Mirco Ceotto «finalmente dopo 18 anni siamo riusciti a rinnovare il protocollo per i lavoratori del bingo adattandolo alle trasformazioni e alla nuova organizzazione del lavoro nel settore, garantendo l’applicazione integrale delle normativa e delle retribuzioni previste dal contratto nazionale dei pubblici esercizi, della ristorazione collettiva, commerciale e turismo».
  • Sciopero nazionale servizi di pulizie e servizi integrati/Multiservizi 31 Maggio 2019 Felsa Cisl, Nidil Cgil e Uiltemp proclamano lo sciopero dei lavoratori in regime di somministrazione nei settori servizi di pulizie e servizi integrati/Multiservizi in adesione allo sciopero nazionale proclamato da Filcams Cgil – Fisascat Cisl – Uiltrasporti per l'intera giornata del 31 maggio...
  • IMPRESE PULIZIA, SERVIZI INTEGRATI, MULTISERVIZI, CONTRATTO SCADUTO DA OLTRE SEI ANNI. IL 31 MAGGIO IN SCIOPERO PER IL CONTRATTO I 600MILA ADDETTI DEL SETTORE DEI SERVIZI Roma, 17 maggio 2019 - Incroceranno le braccia il prossimo 31 maggio i 600mila addetti del settore delle imprese di pulizia, servizi integrati, multiservizi, comparto dei servizi che opera prevalentemente in regime di appalto con un valore di mercato di oltre 135 miliardi di euro, da oltre sei anni senza il contratto nazionale di lavoro scaduto il 30 aprile 2013. Lo sciopero, indetto dai sindacati nazionali di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti, sarà sostenuto con una manifestazione a Roma in Piazza Bocca della verità dove è prevista la partecipazione di 7mila lavoratori. #ContrattoAdesso è l’hastag della protesta. Le tre sigle Cgil Cisl Uil denunciano lo stallo dei negoziati per il rinnovo del contratto scaduto da 72 mesi nel comparto dei servizi privati in appalto, particolarmente esposto alle logiche del massimo ribasso e al dumping contrattuale, con le inevitabili ripercussioni sui livelli occupazionali e retributivi e sulla drastica riduzione dell’orario di lavoro. Considerano diritto inalienabile dei lavoratori il rinnovo un contratto collettivo nazionale che affronti i temi già ampiamente discussi ed approfonditi nel corso delle trattative, rispetto ai quali le organizzazioni sindacali hanno elaborato delle articolate proposte sul cambio di appalto e/o affidamento di servizio nonché sui contenuti della contrattazione di secondo livello e sull'importante tema della salute e sicurezza. In un comunicato congiunto diffuso sui luoghi di lavoro le tre sigle puntano il dito contro «il decreto “sblocca cantieri”, che ripristina il massimo ribasso per l’aggiudicazione e allarga il ricorso al subappalto senza indicazione dei subappaltatori. modifiche con ripercussioni drastiche sui lavoratori che subiranno da un lato ulteriori sugli orari di lavoro e dall’altra, per effetto dell’allentamento dei controlli sui subappalti, rischiano di diventare un ingranaggio di un sistema criminale. La misura è colma per i lavoratori, affondano i sindacati, «che non vedono rinnovato il contratto nazionale di lavoro perché non sono disponibili ad accettare un aumento contrattuale irrisorio e restituire diritti come il riconoscimento della retribuzione dei primi tre giorni di malattia». I lavoratori reclamano il rinnovo del contratto nazionale per un salario dignitoso, diritti e tutele contro la precarietà e lo sfruttamento e regole certe, trasparenza, legalità.
  • 1 maggio 2019: Festa dei Lavoratori, a Savona il comizio conclusivo del Segretario Generale Mattia Pirulli Un 1 maggio all’insegna del lavoro, dei diritti e dello stato sociale!Ha sfilato a Bologna il corteo nazionale di Cgil Cisl UIL nella giornata della Festa dei Lavoratori. È senza fine il serpentone di lavoratori, giovani e pensionati che segue lo striscione di CGIL, CISL e UIL guidato da...
ISCRIVITI
Per aderire alla FeLSA CISL e per ricevere tutte le informazioni relative al tuo rapporto di lavoro.  Dettagli

Iscriviti 

Per aderire alla FISASCAT CISL e per ricevere tutte le informazioni relative al tuo rapporto di lavoro.  Dettagli

Iscriviti